L’egoismo e la falsa percezione.

La falsa percezione di ciò che ci circonda, deriva da una falsa credenza di se.
Le persone, fin dalla nascita, sono state formate ed istruite.
Non puoi negarlo.

Fin da quando sei bambino, ti hanno proposto informazioni e formazione utile per te. La parola io esiste fin da quando sei piccolo. In realtà esisteva anche prima di te.

Fin dalla nascita quindi, ogniuno di noi, genitori compresi, hanno imparato che l’io esiste.
Di di no!

Per esempio, l’esperienza fatta fin dalla mia nascita, mi dimostra che l’io é il meccanismo con cui percepisci e agisci.
L’ego quindi si mostra evidente in ogni persona in quanto la percezione é sempre soggettiva, o meglio quando la percezione è percepita come “evento o argomento che riguarda anche me”.

Io sono Marco.
Io mi chiamo Marco.
Io agisco come Marco.
Io percepisco come Marco.

Tutte queste affermazioni sono sbagliate da un punto di vista naturale. Io non sono Marco in realtà.
Io sono.
Io sono come tutti siamo.

Marco è solo un nome con cui identifico il mio corpo e la mia mente.

In realtà, la forma corretta per esprimere la nostra esistenza è: siamo.

Purtroppo, il linguaggio é stato modificato e creato in base ad uno o più soggetti ben precisi che hanno una percezione egoista dell’ambiente.

Senza una percezione egoistica della vita, non esisterebbero soggetti diversi da tutti.
Non esisterebbero neanche verbi con diverse forme in base al soggetto.
Il soggetto, nonostante sia una descrizione a prima vista oggettiva della realtà, distorce la realtà stessa creando problemi ed incomprensioni fra i vari soggetti.

Te, sei legato a tutti gli altri quanto tutti gli altri sono legati a te.
Alcuni testi buddhisti, trattano un concetto interessante chiamato “interdipendenza”.
Tutti è in relazione con tutto.
Qualsiasi differenziazione del tutto, crea divisione e contrasto che naturalmente non esiste.
Io, loro, lui ecc sono concetti puramente intellettuale e teorici che creano problemi e contrasti che non si formerebbero altrimenti.

Come possono litigare tutti contro tutti?
Io e te invece possiamo litigare.
Tutti con me invece no, proprio perché non potrei litigare con me stesso in quanto io, faccio parte di tutti.

Se volessimo quindi andare a fondo con l’analisi logica del linguaggio, scopriremmo che moltissime frasi ed affermazioni sono in contrasto con loro stesse.

Qualsiasi sia quindi la tua convinzione, é sbagliata. Perché in primis non è solo la tua. Inoltre la tua convinzione o percezione, rimane solo la tua e può non coincidere con la realtà.

Lascia un commento