Circolarità della vita

Il flusso circolare che la fisica quantistica ha riscontrato é associabile ad ogni evento che compone la vita di tutti noi esseri viventi.

Che sia per un sistema religioso occidentale, con la morte e la nascita; che sia per un sistema orientale con il decesso e la reincarnazione, la vita comincia e finisce da due facce della stessa medaglia.

La circolarità fisica e spirituale é un concetto che esiste per l’uomo, come tutti gli altri animali con meccanismi fisico naturali come noi. Esiste persino per tutte le cose senza vita.

Ad un livello matematico, anche la circolarità é presente ma non ancora accettata.
Lo 0, é il punto di partenza, solo dopo l’impossibilità di scrivere un numero troppo grosso o un errore di calcolo, lo 0 torna al punto di partenza.

Fra due particelle con carica positiva e negativa, vi é un continuo spostamento circolare fra le 2.
Se il meno si sposta, anche il più si sposta mantenendo una posizione simmetrica.

Il campo magnetico, si esprime in maniera circolare per attirare o respingere.

Qualsiasi sia il meccanismo, sia naturale che artificiale, sfrutta la circolarità per continuare la sua esistenza.

Questo articolo, lo ho quindi scritto per passare un concetto: la vita é circolare, gli eventi sono circolari, l’intera esistenza ha una forma circolare e, prima le persone fanno suo questo concetto, prima capiranno come relazionarsi con ciò che gli circonda.

In base alla credenza, la persona ha uno specifico comportamento. Prima la credenza si allinea con la natura delle cose e prima l’uomo riuscirà a capire i meccanismi che regolano la vita.

Una persona che ha chiari i meccanismi naturali che regolano l’esistenza, riuscirà a sua volta ad approcciarsi con ciò che lo circonda diventando l’artefice della propria esistenza.

Se hai capito quindi il funzionamento naturale delle cose, riuscirai a controllarle, modificarle e crearle a tuo piacimento.

Questa circolarità naturale della vita ha la proprietà di farci capire che, qualsiasi cosa non sia descritta o creata con circolarità, non è corretta, normale ne naturale.

Se quindi la gestione dei rifiuti per esempio non è circolare, la gestione dovrebbe essere identificata come nociva e scorretta ed essere modificata in modo che sia circolare.
Un rifiuto per esempio, è un concetto lineare e non circolare. Per questo, tutto ciò che non può essere reintrodotto all’inizio del processo, è nocivo per l’uomo e deve essere ripensato.

Lascia un commento