4.2.Conclusioni ovvie Comunicazione – FAKE

Avendo analizzato i Canali di comunicazione ed il Tipo di comunicazione, posso concludere che, secondo la mia modesta opinione, i canali comunicativi più sicuri sono quelli liberi, composti da informazioni generiche.

Se vuoi essere certo di come sia avvenuto un fatto, di come si sia sviluppato un virus, di come si modificherà il mercato, vai online e cerca. Ricerca molto, leggi attentamente e ricerca ancora con parole chiave diverse e varie. Le informazioni ci sono tutte online… devi solo cercarle nel modo corretto.

Essendo i canali liberi e le informazioni generiche poco controllate, potresti incontrare cose vere e cose false. Mai però cose false comunicate come vere!

Questo è un grosso vantaggio… Significa che se diventi bravo a ricercare e analizzare i vari contenuti, sarai in grado di scovare la Fake News.

Ultimamente, credo che sia di vitale importanza per la nostra salute mentale saper identificare quale è la verità.

Ecco quindi che grazie ad un corso cominciato come “regole per generare fake news” si è trasformato in “nozioni per riconoscere Fake News”.


Oltre a tener presente quindi che le informazioni utili per te TE LE DEVI CERCARE TE, tieni anche presente che i canali istituzionali di comunicazione controllata o filtrata hanno la tendenza a vendere gli spazi pubblicitari.

Grazie ad accordi fra privati, regolari preventivi e fatture, i canali di comunicazione vengono controllati proprio per generare il maggior profitto possibile a chi lo possiede, chi lo amministra e chi lavora al suo interno.

Un canale istituzionale vero, che trasmette le informazioni vere, nel modo più neutro possibile, non dovrebbe avere al suo interno spot, pubblicità o contenuti fatti per favorire alcune società a discapito di altre (articoli di giornale). Oggi, di canali di informazione controllati che certificano le informazioni e che rispettano la realtà degli avvenimenti, che verifica tutto ciò che scrive prendendosi le responsabilità di ciò che trasmette e dei modi in cui le comunica, ce ne sono veramente pochi… spesso, sono screditati con fake news.

Lascia un commento