Automotive – Un Settore Geloso

Il Settore dell’Automotive è quel settore a cui tutti puntano.

Il Comparto dell’Automotive dovrebbe approcciarsi al mondo della stampa 3D, nello stesso modo in cui si approccia alla creazione dello stampo per pressofusione. Lo stampo non è altro che uno strumento per la stampa ad iniezione che serve a produrre un grossissimo numero di pezzi in poco tempo.

La stampante 3D non è altro che una “figura” dello stampo che sei abituato ad usare. Ogni stampante 3D è in grado di produrre un pezzo proprio come uno stampo. La differenza sostanziale è che lo stampo non puoi modificarlo in modo semplice, mentre una stampante può stampare anche un altro pezzo.


Limiti e Difficoltà riscontrate.

La difficoltà che ancora oggi c’è però è il tempo di stampa ancora troppo lungo. Nonostante tutto Fabula 3D è riuscita a produrre lotti da 1000/1500 pezzi anche in pochi giorni per settori in cui servono precisioni differenti.

Esistono diversi materiali disponibili per la stampa 3D in metallo, alcuni dei quali sono metalli preziosi; offrono proprietà meccaniche peculiari e una risposta specifica al trattamento termico per adattarsi al meglio all’uso previsto del prodotto. I materiali disponibili includono materiali ad alte prestazioni come Scalmalloy®, sviluppato da APbus Airbus o Alloy 263, ma anche leghe ampiamente utilizzate come titanio, alluminio, acciaio inossidabile e Inconel. La tecnologia non cambia con il materiale, ciò che cambia è il processo di pre-produzione. (fonte)

La gestione e l’acquisto di tali materiali risulta in alcuni casi ancora difficile. L’acquisto è solitamente vincolato al produttore della stampante mentre lo stoccaggio va fatto in appositi spazi con condizioni favorevoli.


Per i settore industriale dell’Automotive sono fondamentali le seguenti specifiche:

Tempi di consegna rapidi
Alta qualità
Riservatezza

Attrezzature e Servizio

La sinterizzazione dei metalli è la tecnologia più innovativa e avanzata oggi disponibile: un laser fonde i metalli in polvere producendo parti metalliche di uso finale.

Per servire nel modo migliore possibile il settore dell’Automotive, è necessario avere impianti quindi SLS o SLM. Stampanti che sinterizzano il nylon o metalli richiesti.

Ecco quindi 2 aziende che si occupano della fabbricazione di impianti stampa in SLS. SLM, SLA.

Sondasys

Sinterit

Oltre che stampanti, è necessario avere accessori utili alla produzione come il “miscelatore” di polveri che aiuta il recupero della polvere scartata. Il box di pulizia per pulire i pezzi stampati dalle polveri.


Dall’esperienza personale da Service di Stampa 3D, tutti gli sviluppi importanti che vengono fatti si verificano con l’apertura di un Reparto “Additive” all’interno dell’azienda che si occupa della Produzione e Commercializzazione dell’automobile. Essendo un settore in cui la segretezza è fondamentale, dare ad un service di stampa 3D il know how necessario per realizzare pezzi ad uso finale può essere una debolezza. Ecco perchè tutte le case automobilistiche hanno o dovrebbero avere un reparto interno in cui si produce in Additive Manufacturing.

Deloitte Analizza il Mercato Automotive


I nuovi sviluppi nei processi di produzione additiva probabilmente andranno a beneficio della produzione nell’industria automobilistica, oltre a modificare i percorsi tradizionali di produzione e catena di approvvigionamento.

I progressi significativi nelle tecnologie di produzione additiva (AM), comunemente noti come stampa 3D, negli ultimi dieci anni hanno trasformato i potenziali modi in cui i prodotti sono progettati, sviluppati, fabbricati e distribuiti.

Per l’industria automobilistica, questi progressi hanno aperto le porte a disegni più recenti; prodotti più puliti, più leggeri e più sicuri; tempi di consegna più brevi; e costi inferiori. I nuovi sviluppi nei processi AM, insieme alle relative innovazioni in settori come i materiali avanzati, andranno a beneficio della produzione nel settore automobilistico e altereranno i percorsi tradizionali di produzione e catena di approvvigionamento.

La produzione automobilistica globale presenta elevati ostacoli all’ingresso, soprattutto nella parte superiore in cui i quattro maggiori OEM hanno rappresentato un terzo delle entrate del settore globale di oltre $ 2 trilioni nel 2013. D’altro canto, il settore manifatturiero di ricambi e accessori da $ 1,5 trilioni è caratterizzato da elevati concorrenza tra un gran numero di attori più piccoli. Per sopravvivere e avere successo in un ambiente simile, le aziende dovrebbero concentrarsi su capacità specifiche che possono portare a una maggiore competitività. Come autori, riteniamo che ci siano due aree in cui Additive avrà la maggiore influenza su competizione tra case automobilistiche e potenzialmente un cambio di gioco:

  1. Come fonte di innovazione di prodotto: La stampa additiva può produrre componenti con meno restrizioni di progettazione che spesso vincolano i processi di produzione più tradizionali. Questa flessibilità è estremamente utile durante la produzione di prodotti con caratteristiche personalizzate, rendendo possibile l’aggiunta di funzionalità migliorate come il cablaggio elettrico integrato (attraverso strutture cave), il peso inferiore (attraverso strutture reticolari) e geometrie complesse che non sono possibili attraverso i processi tradizionali. Inoltre, le nuove tecnologie Additive sono sempre più in grado di produrre parti stampate multi-materiali con proprietà individuali come resistenza variabile e conducibilità elettrica. Questi processi Additive svolgono un ruolo importante nella creazione di veicoli più veloci, più sicuri, più leggeri e più efficienti del futuro.
  2. Come motore della trasformazione della catena di approvvigionamento: eliminando la necessità di nuovi strumenti e producendo direttamente parti finali, la stampa additiva riduce i tempi di consegna complessivi, migliorando così la reattività del mercato. Inoltre, poiché la stampa additiva utilizza generalmente solo il materiale necessario per produrre un componente, il suo utilizzo può ridurre drasticamente gli scarti e ridurre l’utilizzo del materiale. Inoltre, i componenti leggeri fabbricati in stampa 3d possono ridurre i costi di gestione, mentre la produzione su richiesta e in loco può ridurre i costi di inventario. Infine, la stampa additiva può supportare la produzione decentralizzata a volumi medio-bassi. Tutte queste funzionalità combinate consentono alle aziende di guidare un cambiamento significativo all’interno della catena di approvvigionamento, tra cui la riduzione dei costi e la migliore capacità di fabbricare prodotti più vicini ai clienti, ridurre la complessità della catena di approvvigionamento e servire meglio segmenti di mercato e mercati senza la necessità di un’estesa distribuzione del capitale.

Fonte Articolo Completo

Lascia un commento