Storia Anonima

Storia di un ragazzo che ha sfruttato l’esperienza nella Stampa 3D per migliorare la sua posizione lavorativa.

Durante la mia esperienza lavorativa quotidiana, mi sono imbattuto in una storia interessante.

Un ragazzo che lavora in una attività che fa da “service di stampa 3D”, mi ha comunicato che non avrebbe più lavorato li entro 2 mesi.

Un giorno, mentre stavo per fare l’ordine di Stampa in PA2200 a questo Ragazzo, mi dice che è stato cercato da una casa automobilistica di lusso che ha avviato un “Reparto Additive”. Per Additive intendiamo tutto un reparto che produce pezzi in modo additivo. Dal vuoto al pieno!

Questa grossa azienda, dovendo assumere una figura in grado di gestire la produzione dalla A alla Z, ha cercato persone con esperienza e già formate tecnicamente.

Questo mi ha fatto pensare… Ho pensato che anche io, grazie alla esperienza fatta gestendo un service, formando le persone nell’utilizzo dell’FDM, potrei propormi a grossi gruppi che mi farebbero “vivere bene”.

Personalmente sono un ragazzo a cui avere delle regole ed orari imposti mette un po’ a disagio. Preferisco gli obiettivi.

In seconda battuta ho ricevuto solo una richiesta di “Responsabile commerciale e Tecnico” per una grossa azienda che non mi ha soddisfatto.

L’esperienza non la si fa solo lavorando le 9 ore quotidiane, ma si fa nel tempo libero che dedichi a far quella cosa.

Per esempio io ora, sto scrivendo questo articolo alle 22.12, orario non lavorativo. Oggi invece, che è un altro giorno, sto correggendo l’articolo completandolo e correggendolo 😉

Il segreto è prepararsi il prima possibile. Ecco perchè appena ho del tempo libero, mi informo sui temi e li sviluppo unendo le informazioni lette.

Se sei quindi su questo blog, parti dal presupposto che la stampa 3D è un mondo in cui tutto è ancora agli albori!

VEDI ARTICOLO sul BOOM

Lascia un commento